Benvenuti

Deu: A via dello Sperone 14, Palermo io nacqui, madre siciliana e padre pugliese.

Piccolo giovinetto venni a Deliceto, scordai Palermo e poi ritornai a Palermo nella mia mente.

Con mia madre Maria grande cuoca e insegnante e mio padre Pier Paolo carabiniere preciso fino al midollo.

Nato in Sicilia e cresciuto in Puglia da piccolo decisi che l’unica cultura era il cibo, fare il cuoco prima di leggere.

Allora la scuola alberghiera di Fiuggi, poi ristoranti famosi e meno come aiutante, era la curiosità di sperimentare. Poi decisi Deliceto insieme a mia moglie Giovanna lei cilena di Valparaiso altra cultura e altra visione.

E allora nascita e ricordo,ricordo e nascita quindi l’unione era Federico II re di Sicilia e gloria della Puglia.

Nato a Jesi, morto a Castel Fiorentino in Puglia e sepolto a Palermo.

Il suo mito re di Gerusalemme, imperatore di Germania,le sue donne la sua cultura,e a Deliceto c’è un castello federiciano.

Quindi il cibo mischiato tra visioni e altro in un unione tra due stati in cui Federico II l’imperatore, è comunione di sensi e di ricordo.

E allora il nome Ballarò, mercato famosissimo di Palermo pieno di suoni e luci.

Quindi io Raffaele Mazzarella sono figlio di due madri

La Sicilia e la Puglia.

Tre foto una mia una di federico II di Barletta e una del castello

E una di ballaro.